Grafico società pubbliche in regola, legge 162/2021

La consigliera di parità, nell'ambito della propria funzione di promozione e di controllo delle pari opportunità tra donne e uomini nel lavoro, svolge attività di monitoraggio sull'equilibrio di genere negli organi collegiali delle società pubbliche. C'è equilibrio quando il genere meno rappresentato ha ottenuto almeno due quinti degli amministratori eletti (art. 6, legge 162/2021).

Dalla rilevazione effettuata a luglio 2022, il 68% dei consigli di amministrazione delle società pubbliche della provincia di Treviso risultano in regola. In particolare, su n. 103 amministratori eletti, 28 sono donne e 75 uomini.

banner dell'attività  #diparipasso

Progetto per la promozione delle buone prassi in tema di pari opportunità

Da gennaio 2020, è attivo il Tavolo provinciale dei comitati unici di garanzia (cug) dei comuni trevigiani per lo scambio di buone prassi in tema di pari opportunità nella pubblica amministrazione, parità salariale a parità di lavoro, conciliazione vita e lavoro e benessere organizzativo.

Il 44% dei comuni trevigiani partecipa ai lavori del Tavolo.

Per informazioni scrivi all'ufficio della Consigliera: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiama lo 0422 656327.

Clicca sull'immagine per vedere gli allegati.

Grafico comuni virtuosi 2022

Progetto di assistenza ai comuni per la redazione dei piani delle azioni positive.

Dal 2020, la Consigliera assiste i comuni trevigiani per una corretta redazione dei piani delle azioni positive. Sei interessato a ricevere chiarimenti e supporto? Puoi contattare l'ufficio della Consigliera per email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o allo 0422 656327.

Da una verifica risulta che, a giugno 2022, il 56,38% dei comuni trevigiani sono in regola con il piano delle azioni positive, il 53,19% nel 2021 e il 24,47% nel 2020.

Per essere in regola, il piano deve essere aggiornato annualmente, contenere il monitoraggio dei risultati raggiunti nell'anno precedente e le azioni da realizzare con i relativi indicatori e valori attesi e alcuni altri dati elencati nell'allegato 1 alla direttiva 2/2019. Il parere della Consigliera va richiesto prima dell'approvazione (art. 48 d.lgs. 198/2006).

Entro il 2023, la Consigliera si pone l'obiettivo di raggiungere il 100% dei comuni in regola.

Clicca sull'immagine per vedere gli allegati.